Home

In quest’anno difficile, in cui anche l’informazione scientifica medica è stata assorbita dalla pandemia del COVID-19, lo scopo di questa V edizione del congresso “I Tumori della Tiroide” è quello di fornire un aggiornamento sulle nuove conoscenze nell’ambito dei tumori tiroidei. Grazie al contributo di opinion leaders nazionali ed internazionali, si affronteranno argomenti oggetto di controversie tra esperti con l’obiettivo di chiarire aspetti importanti della diagnosi, del trattamento e del follow-up dei carcinomi tiroidei.

I carcinomi della tiroide rappresentano la neoplasia endocrina più frequente, con un’incidenza che negli ultimi decenni è in continuo aumento.  Sebbene ancora oggi il trattamento principale sia la chirurgia, numerosi sono gli studi per comprendere quale sia il corretto approccio chirurgico iniziale. Inoltre, l’ampliamento delle conoscenze molecolari dei tumori della tiroide, ha permesso l’ulteriore sviluppo di terapie molecolari mirate che si sono aggiunte a quelle che ormai sono entrate nella nostra pratica clinica. Tuttavia, nonostante le terapie molecolari abbiano permesso di modificare significativamente la storia naturale della malattia tumorale tiroidea nei casi radioiodio-refrattari, l’esistenza di pazienti non responsivi alle terapie attualmente approvate o che sviluppano resistenza durante il trattamento, spinge la comunità scientifica alla continua ricerca e sviluppo di nuovi approcci terapeutici.